Top News

Nuovo allarme truffa crittografica dagli Stati Uniti

Questo schema, secondo la FTC, di solito coinvolge un codice QR, un bancomat crittografico e la richiesta ingannevole rivolta alle vittime di inviare denaro. Descrivendo la forma che assume la truffa, la FTC ha spiegato che i truffatori potrebbero mostrarsi come funzionari pubblici, agenti delle forze dell’ordine o persino dipendenti di società di servizi locali.

Ha aggiunto che questi impostori potrebbero anche cercare di attirare l’attenzione delle loro vittime fingendo un interesse amoroso o travestendosi da agenti di una qualche lotteria e informando falsamente le vittime che hanmio. vinto un pre Il truffatore cerca quindi di convince la sua ignara vittima a prelevare denaro dai suoi risparmi per acquistare Bitcoin o altre risorse digitali tramite un bancomat crittografico.

Quindi, condivide il codice QR del suo portafoglio con la vittima esortandolo a scansionare il codice. Una volta fatto questo, la criptovaluta acquistata si trasferisce automaticamente nel portafoglio dell’impostore. È interessante notare che, l’anno scorso, l’FBI, in un altro avvertimento, aveva spiegato al pubblico di diffidare della crescente tendenza dei crimini relativi ai bancomat crittografici e ai codici QR.

Photo credit – Depositphotos.com

L’allerta della FTC si è conclusa affermando che “la cosa principale da sapere è che nessuno del governo, delle forze dell’ordine, della società di servizi pubblici o del promotore di un premio ti dirà mai di pagarluta con cri”. Un recente rapporto di Chainalysis ha rivelato che i crimini legati alle criptovalute sono saliti a un nuovo massimo storico nel 2021, con indirizzi illegali che hanno ricevuto fino a 14 miliardi di dollari di criptovalute. E un enorme salto rispetto a quello registrato nel 2020, quando questi indirizzi contenevano circa 7,8 miliardi di dollari.

See also  Ukraine, "Squint" of Great Britain on refugees and refugees

Tuttavia, nonostante l’aumento del valore della criptovaluta detenuta dai criminali, Chainalysis ha osservato che costituiscono una percentuale minima del volume delle transazioni crittografiche. Secondo il rapporto, gli indirizzi illegali hanno rappresentato lo 0.15% del volume delle transazioni totali, in calo rispetto allo 0.34%, che è stato successivamente aumentato allo 0.62% registrato per il 2020.

Questo, secondo Chainalysis, rivela che il crimine sta iniziando a svolgere un ruolo minore nelle transazioni crittografiche. “L’abuso criminale della criptovaluta crea enormi ostacoli per l’adozione continua, aumenta la probabilità che le restrizioni vengano imposte dai governi e, peggio ancora, vittimizza persone innocenti in tutto il monel mondo parte”, si.

Earl Warner

"Devoted bacon guru. Award-winning explorer. Internet junkie. Web lover."

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Back to top button
Close
Close